Kit trasformazione ebike: come convertire la tua bici in elettrica

Il kit per trasformare una normale bici muscolare in una ebike è tuttora un elemento molto ricercato dagli amanti del ciclismo elettrico, nonostante si trovi in commercio un numero sempre più alto di modelli di bici elettriche “vere e proprie”.

Essendo ormai i prezzi di un kit di conversione completo (montaggio compreso) non molto più bassi di una ebike economica, i reali motivi per cui propendere verso questa soluzione riguarderebbero per lo più problematiche legate allo spazio, all’affetto e forse anche al fai da te e alla curiosità tecnologica.

Spazio perché non tutti potrebbero permettersi di ospitare una seconda e ingombrante bici all’interno della propria piccola cantina e affetto poiché sarebbe bello continuare a pedalare sulla vecchia bicicletta seppur modificata.

Inoltre il kit di trasformazione vi permetterà di conoscere molto più dettagliatamente e in prima persona le tecnologie riguardanti i singoli componenti della bici elettrica (motore, batteria, centralina, display, programmi di assistenza e leve dei freni cut-off) e, se doveste scegliere di non richiedere il lavoro di montaggio al meccanico, sarebbe una buona occasione per mettervi in gioco nel fai da te.

Sul mercato potrete trovare svariate tipologie di kit dalle diverse caratteristiche sia in versione completa sia in modalità parziale (in questo caso, non è sempre incluso il montaggio).

Alcune aziende produttrici obbligano il cliente a effettuare le operazioni di montaggio del kit esclusivamente in un punto vendita autorizzato (altrimenti non viene rilasciata la garanzia), mentre altre non impongono limitazioni a riguardo.

Entriamo adesso in maniera più approfondita nel mondo dei kit di trasformazione per ebike a pedalata assistita, scoprendo alcune linee guida da seguire per poi focalizzarci sui singoli componenti da montare sulla vostra bici tradizionale per convertirla in elettrica.

Kit conversione ebike: regole da seguire

Innanzitutto fate attenzione allo stato e ai materiali di costruzione del telaio della vostra bici o mtb muscolare.

In caso di telaio ultraleggero in fibra di carbonio, pur non credendo che alcun ciclista con un mezzo del genere voglia effettuare una trasformazione in ebike, il montaggio del kit di conversione è sconsigliato poiché la potente spinta del motore elettrico deve essere assicurata da un telaio robusto in grado di sostenere tali sollecitazioni.

L’alluminio sarebbe invece perfetto solo in caso di bici nuova, mentre acciaio e titanio sono solitamente i materiali più affidabili in un’ottica di cambiamento elettrico.

Esempio di kit di conversione per ebike (kitbicielettriche.it)

Esempio di kit di conversione per ebike (kitbicielettriche.it)

Inoltre anche l’impianto dei freni deve possedere le giuste caratteristiche per gestire i nuovi chili in surplus di batteria e motore.

Spostando il nostro focus sulle normative da rispettare, acquistate solamente un kit recante il marchio CE, grazie a cui avrete la garanzia del rispetto delle norme in materia emanate dall’Unione Europea.

Vi ricordiamo inoltre come l’assistenza della pedalata assistita debba terminare alla velocità di 25 km/h, mentre la potenza massima del motore elettrico non debba andare oltre i 250 W.

Per saperne di più sulla direttiva europea  2002/24/CE e sull’articolo 50 del Codice della strada in Italia sulle bici elettriche, oltre ad approfondire ogni questione tecnica relativa alle ebike, vi consigliamo la lettura del nostro articolo: “Bici elettrica, che cos’è e come funziona?.

Kit motore bici elettrica

Attualmente ci sono in commercio differenti tipologie di kit motore per trasformare la vostra bici in elettrica.

La prima e più diffusa riguarda il montaggio del kit motore all’interno del mozzo della ruota anteriore o posteriore (hub motor). Il diametro del cerchio deve essere da 18”, 20”, 24”, 26”, 27,5”, 28” o 29” e i forcellini del mozzo aperti e non a perno passante.

In questo caso potrete trovare il kit con il solo motore integrato nel mozzo oppure con l’integrazione anche di batteria e centralina.

La seconda concerne invece il montaggio del kit sul movimento centrale (motore al centro), ben più arduo da montare seppur con il vantaggio di consentire una maneggevolezza superiore della ebike.

Kit batteria ebike

Il kit batteria può essere inserito nelle seguenti parti della vostra bici: nel portapacchi, sul tubo obliquo del telaio o sotto la sella.

Vi consigliamo l’acquisto di batterie al litio, più resistenti e ormai utilizzate su tutte le bici elettriche di ultima generazione.

Kit centralina, display, leve freni cut-off e programmi assistenza ebike

Quando comprate il vostro kit di trasformazione, ponete attenzione anche a componenti come centralina, display, leve dei freni cut-off (grazie a cui l’erogazione di corrente al motore è temporaneamente sospesa durante la frenata) e programmi di assistenza.

Oltre al prezzo, badate sempre anche alla qualità di questi elementi e alle info tecniche a riguardo.

Prezzo kit trasformazione bici elettrica

Il prezzo del kit di conversione completo può andare indicativamente dai 600 euro ai 2.500 euro (montaggio escluso) a seconda della qualità dei componenti e della strategia di marketing da parte dell’azienda.

Un altro modello di kit di conversione per ebike (enerconv.com)

Un altro modello di kit di trasformazione per bici elettriche

A chi non voglia spendere particolari cifre e al contempo comprare un buon prodotto e avere il montaggio incluso, possiamo dire che potreste riuscire a rimanere entro i 1.000 euro di costo complessivo con diversi brand.

Prossimamente pubblicheremo un articolo dedicato esclusivamente a una sorta di catalogo e listino prezzi dei kit di trasformazione, realizzando un confronto tra diversi marchi presenti sul mercato.

Conclusioni

I kit di conversione per trasformare una normale city bike, bici da corsa o mountain bike in elettrica sono nati nel momento in cui, quanto meno in Italia, il mercato delle ebike non era ancora così sviluppato come oggi.

Nonostante ciò, le aziende produttrici riescono a venderne ancora numerosi pezzi poiché non tutti i ciclisti prediligono l’acquisto di una bici elettrica vera e propria (qualunque sia il motivo), preferendo invece modificare il proprio vecchio mezzo muscolare in elettrico.

Personalmente amo di più una ebike nata per questo scopo, però esistono in commercio kit molto validi ed economici su cui porre più di un pensiero.

Dunque a voi l’ardua sentenza, ma qualunque sia la vostra scelta finale, ricordatevi di aver fatto un favore all’ambiente optando per una bici elettrica rispetto a un mezzo inquinante!



Categories: Bici Elettrica

Tags:

4 replies

  1. Potrei avere qualche indicazione sui modelli di kit , esempio marche e modelli meglio indicati per una 28″?

Trackbacks

  1. Fiere bici 2018 in Italia e all’estero – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  2. Bike Sharing Milano costi: Ofo, Mobike, BikeMi – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: