Campionati mondiali mtb XC-Cross Country uomini: storia e albo d’oro

I campionati mondiali di XC – cross country furono disputati per la prima volta a Durango (USA) nel 1990, mentre l’anno successivo l’organizzazione sarebbe toccata a Lucca.

Da quei tempi non sono soltanto cambiati i protagonisti, ma sono giunte innumerevoli novità tecniche sia sulle mountain bike sia sulle tipologie di percorso.

Le mtb Xc attuali dispongono infatti di telaio in carbonio e ruote di dimensioni più grandi oltre ad altre tecnologie spesso impiegate dai biker quali gomme tubeless, gruppo elettronico, monocorona, ammortizzatore posteriore, reggisella telescopico e non solo rispetto a quelle di allora.

Un modello di mtb da cross country utilizzato da Ned Overend nei primi anni '90 (retrobike.co.uk)

Un modello di mtb da cross country utilizzato da Ned Overend nei primi anni ’90 (retrobike.co.uk)

Dall’epoca di Ned Overend, John Tomac e Henrik Djernis a quella di Julien Absalon, Jaroslav Kuhlavý e Nino Schurter è certamente passata tanta acqua sotto i ponti, ma l’amore del pubblico verso questa disciplina della mtb è rimasto immutato se non addirittura aumentato.

Storia campionati del mondo XC uomini Élite – Senior

Il primo campione del mondo di cross country nella categoria uomini élite – senior fu l’americano Ned Overend, primo a Durango 1990 sullo svizzero Thomas Frischknecht e sul britannico Tim Gould.

L’anno seguente, a Lucca 1991, ci fu il secondo successo USA grazie a John Tomac (argento nel Dh nella medesima edizione), mentre il danese Henrik Djernis avrebbe infilato un tris di medaglie d’oro fra Bromont 1992, Métabief 1993 e Vail 1994.

All’olandese Bart Brentjens (primo anche alle olimpiadi di Atlanta 1996) andò invece la vittoria a Kirchzarten 1995 quando il giovane francese Miguel Martinez, qualche anno dopo oro olimpico ai Giochi di Sydney 2000, terminò secondo.

Miguel Martinez in azione (flowmountainbike.com)

Miguel Martinez in azione (flowmountainbike.com)

Grande protagonista di quelle stagioni fu senza dubbio pure lo svizzero Thomas Frischknecht il quale, dopo i tre argenti di fila tra il 1990 e il 1992, conquistò il titolo iridato a Cairns 1996 (con il nostro Hubert Pallhuber terzo), subito prima della migliore edizione di sempre per i colori azzurri.

A Chateau d’Œx 1997 infatti, il già citato Hubert Pallhuber sfrecciò per primo a braccia alzate sotto il traguardo con Luca Bramati terzo alle spalle dell’eterno Djernis.

Da allora, l’Italia del cross country avrebbe dovuto attendere ben diciassette anni per un altro podio, ma proseguiamo ora in ordine cronologico.

A Mont Sainte-Anne 1998, Christophe Dupouey diede il là a un dominio decennale della Francia, comprendente sei ori e tre argenti in dieci edizioni (1998 – 2007).

Dopo la parentesi del danese Michael Rasmussen (tristemente famoso per il caso doping al Tour de France 2007) ad Åre 1999, Miguel Martinez coronò la propria carriera a Sierra Nevada 2000, precedendo la doppietta del canadese Roland Green a Vail 2001 e Kaprun 2002.

Lo svizzero Thomas Frischknecht (a sx) e il canadese Roland Green nel fango di Kaprun 2002 (cyclingtips.com)

Lo svizzero Thomas Frischknecht (a sx) e il canadese Roland Green nel fango di Kaprun 2002 (cyclingtips.com)

La rassegna mondiale di Lugano 2003 arrise invece al belga Filip Meirhaeghe (con il canadese Ryder Hesjedal, in seguito maglia rosa al Giro d’Italia 2012, secondo), prima del poker di Julien Absalon.

Il transalpino vinse infatti a Les Gets 2004, Livigno 2005, Rotorua 2006 e Fort William 2007, trovando i rivali più insidiosi nei biker svizzeri.

Svizzera che avrebbe sostituito la Francia come nazione leader dall’edizione di Val di Sole 2008, quando il plurimedagliato Christoph Sauser precedette i connazionali Florian Vogel e Ralph Näf.

Canberra 2009 vide invece il primo oro di Nino Schurter, mentre Mont Sainte-Anne 2010 premiò il costante spagnolo José Hermida.

Il ceco Jaroslav Kuhlavý, futuro campione olimpico a Londra 2012, trionfò a Champery 2011 prima del bis concesso da Schurter a Saalfelden 2012 e Pietermaritzburg 2013.

Il biker ceco Jaroslav Kuhlavy impegnato durante una discesa

Il biker ceco Jaroslav Kuhlavy impegnato durante una discesa

In Norvegia, a Lillehammer – Hafjell 2014, ci fu poi l’ultimo colpo di coda del sempreverde Absalon davanti a Schurter e all’azzurro Marco Aurelio Fontana, a cui sarebbe seguito il tris del solito Schurter fra Vallnord 2015, Nové Mesto 2016 e Cairns 2017.

L’albo d’oro, tra il 1990 e il 2017, vede quindi sei ori per Schurter, cinque per Absalon, tre per Djernis e due per Green, mentre per l’Italia sono giunti un oro grazie a Pallhuber e i tre bronzi a opera di Pallhuber, Bramati e Fontana.

Ecco qui invece il nostro speciale sui campionati del mondo XC donne, in cui l’Italia ha conquistato due medaglie d’oro, una d’argento e quattro di bronzo.

Albo d’oro campionati del mondo uomini XC – Cross Country Senior – Élite

Cairns 2017: 1 Nino Schurter 2 Jarosalv Kuhlavý 3 Thomas Litscher

Nové Mesto 2016: 1 N. Schurter 2 J. Kuhlavý 3 Julien Absalon

Vallnord 2015: 1 N. Schurter 2 J. Absalon 3 Ondrej Cink

nino-schurter-mtb-xc

Nino Schurter in sella alla sua mtb (treadmtb)

Lillehammer – Hafjell 2014: 1 J. Absalon 2 N. Schurter 3 Marco Aurelio Fontana

Pietermaritzburg 2013: 1 N. Schurter 2 Manuel Fumic 3 José Hermida

Leogang – Saalfelden 2012: 1 N. Schurter 2 Lukas Flückiger 3 Mathias Flückiger

Champery 2011: 1 J. Kuhlavý 2 N. Schurter 3 J. Absalon

Mont Sainte – Anne 2010: 1 J. Hermida 2 J. Kuhlavý 3 Burry Stander

Canberra 2009: 1 N. Schurter 2 J. Absalon 3 Florian Vogel

Val di Sole 2008: 1 Christoph Sauser 2 F. Vogel 3 Ralph Näf

Fort William 2007: 1 J. Absalon 2 R. Näf 3 F. Vogel

Rotorua 2006: 1 J. Absalon 2 C. Sauser 3 Fredrik Kessiakoff

Livigno 2005: 1 J. Absalon 2 C. Sauser 3 J. Hermida

Les Gets 2004: 1 J. Absalon 2 Cédric Ravanel 3 Thomas Frischknecht

Il cinque volte campione mondiale Julien Absalon (mtb-vco.com)

Il cinque volte campione mondiale Julien Absalon

Lugano 2003: 1 Filip Meirhaeghe 2 Ryder Hesjedal 3 Roel Paulissen

Kaprun 2002: 1 Roland Green 2 F. Meirhaeghe 3 T. Frischknecht

Vail 2001: 1 R. Green 2 T. Frischknecht 3 C. Sauser

Sierra Nevada 2000: 1 Miguel Martinez 2 R. Green 3 Bart Brentjens

Åre 1999: 1 Michael Rasmussen 2 M. Martinez 3 F. Meirhaeghe

Mont Sainte – Anne 1998: 1 Christophe Dupouey 2 Jerome Chiotti 3 F. Meirhaeghe

Chateau d’Œx 1997: 1 Hubert Pallhuber 2 Henrik Djernis 3 Luca Bramati

Cairns 1996: 1 T. Frischknecht 2 Rune Høydahl 3 H. Pallhuber

Kirchzarten 1995: 1 B. Brentjens 2 M. Martinez 3 Jan Erik Østergaard

Vail 1994: 1 H. Djernis 2 Tinker Juarez 3 B. Brentjens

Métabief 1993: 1 H. Djernis 2 Marcel GerritsenJan Erik Østergaard

Bromont 1992: 1 H. Djernis 2 T. Frischknecht 3 David Baker

Lucca 1991: 1 John Tomac 2 T. Frischknecht 3 Ned Overend

Durango 1990: 1 N. Overend 2 T. Frischknecht 3 Tim Gould



Categories: News

Tags: , ,

3 replies

Trackbacks

  1. Mtb XC cross country donne Elite campionati mondiali: storia e albo d’oro – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  2. Lenzerheide 2018, programma mondiali mtb 2018 XCO e DH – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  3. Mondiali mtb 2019: XC e DH a Mont Sainte Anne (date e programma) – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: