Corone bici da corsa, quali rapporti usare?

Sulle bici da corsa viene solitamente montata una doppia guarnitura, comprendente dunque due corone, mentre si può trovare ancora un set da tre corone su certe bici da cicloturismo.

La monocorona è invece presente esclusivamente sulle bici da pista, mentre l’idea della quadrupla è stata ormai accantonata dai marchi produttori.

Quando ci accingiamo a comprare la nostra nuova bici da strada, sentiamo spesso citare termini come compact o minicompact e vediamo dentature diverse senza sapere a volte quale sia quella più adatta alle nostre caratteristiche.

Che cosa si intende perciò quando si parla di guarnitura compatta (compact o minicompact)?

Quali sono inoltre le differenze tra queste ultime e quella classica? Perché infine sceglierne una piuttosto che un’altra?

Andiamo a scoprirlo!

Dentature corone bdc: guarnitura compact, minicompact e classica

Nel campo del ciclismo in Italia troviamo per lo più tre tipologie differenti di dentature delle corone riguardanti le bici da corsa con doppia guarnitura.

La guarnitura classica dispone di una corona grande da 53 denti e una piccola da 39.

Dunque, se doveste trovare la dicitura 53-39T (teeth, cioè denti) sui cataloghi delle varie aziende produttrici vorrebbe dire che quella bicicletta monta una doppia guarnitura con corone da 53 e 39 denti.

Guarnitura per bici da corsa Shimano Dura Ace Hollowtech II con corone da 53/39 denti (chainreaction.com)

Guarnitura per bici da corsa Shimano Dura Ace Hollowtech II con corone da 53/39 denti (chainreaction.com)

La guarnitura compact, o compatta, prevede invece una corona grande da 52 denti e una piccola da 36 e corrisponde alla sigla 52-36T.

La guarnitura minicompact presenta infine le dentature più piccole, cioè una corona grande da 50 denti e una piccola da 34 (50-34T).

Naturalmente le due compatte pesano qualche grammo in meno rispetto alla versione da 53-39T.

Ultimamente sono stati immessi sul mercato anche set di corone da 55-42 denti e 54-42 denti, mentre le bici da cicloturismo con tripla guarnitura sono solitamente equipaggiate con un 50-39-30T.

Come scegliere la guarnitura giusta per la nostra bici da corsa?

Per scegliere la giusta guarnitura sulla nostra bdc, dobbiamo innanzitutto avere le idee ben chiare sull’uso che ne faremo.

Quindi, a meno che non fossimo fan del cicloturismo inteso come lunghi viaggi con bagaglio pesante a seguito e dure salite da affrontare su strada, escluderemmo subito l’opzione della tripla.

campagnolo-super-record

Guarnitura bdc compact Campagnolo Super Record da 50/34 denti (wigglesport)

Il 54-42 e il 53-39 (non parliamo nemmeno del 55-42, usato solo dai pro nelle crono) rappresentano una combinazione di rapporti piuttosto duri da spingere e solitamente sono accompagnati da cassette (cioè il pacco pignoni, la parte posteriore del cambio) a undici velocità da 11/27 o 11/28.

A voi la scelta, ma se aveste l’intenzione di scalare toste salite tipo Mortirolo, Gavia, Stelvio e Zoncolan senza essere in particolare forma, sappiate che un 39-28 come rapporto più agile risulterà uno sforzo sovrumano (avendo provato quest’esperienza quasi mistica, ne so qualcosa… e non è stato affatto piacevole!).

Diversi amatori ben allenati, pur possedendo le capacità per spingere i rapportoni, prediligono invece una compact da 52-36 se non addirittura da 50-34 per fare un po’ meno fatica e riuscire a pedalare con una maggiore agilità.

Perciò se la vostra passione per il ciclismo su strada fosse solo agli inizi e/o il vostro stato di forma non ancora lontanamente vicino al top optate sempre per il set di corone da 50-34 denti e fate magari un pensierino verso una cassetta da 11/32 denti in modo da “farcela” anche sulle pendenze più aspre.

Conclusioni

Tra le diverse combinazioni possibili da scegliere per quanto riguardi la guarnitura doppia sulla bici da corsa, il 50-34 e il 52-36 vanno ormai per la maggiore nel mondo amatoriale.

Professionisti, dilettanti e “amatori” agonisti da granfondo continuano invece a preferire il 53-39, optando addirittura per il 54-42 in certe tappe di pianura in modo da poter macinare un rapporto più lungo in volata.

Guarnitura Sram Red compact (sram.com)

Guarnitura Sram Red compact per bici da strada (sram.com)

Seguendo il motto: “Faticare va bene, farsi del male un po’ meno”, io ho scelto un agile 50-34 e non me ne sono mai pentito.

E voi quale guarnitura usate? Fateci sapere e buona scelta!

Ps. Agli appassionati di mountain bike consigliamo la lettura del nostro articolo sulla giusta guarnitura da usare nella mtb (enduro, cross country, downhill e trail).



Categories: Test e Tecnica

Tags: ,

24 replies

  1. Sono Molto attratto dalla marca sram! Il brand mi piace ma non è diffuso come shimano! Cosa mi consiglia? Prenderei comunque il top di gamma per entrambi!

    • Buongiorno Giuseppe. Ormai il top di gamma sulle bici da corsa è rappresentato dai gruppi elettronici. Personalmente ho testato Sram Red eTap, Shimano Dura Ace Di2, Shimano Ultegra Di2 e Campagnolo Super Record EPS e posso affermare come tutti siano di altissimo livello.
      Naturalmente i gruppi meccanici garantiscono una spesa minore e in questo caso i vari gruppi Shimano (su tutti Dura Ace, Ultegra e 105) rappresentano il top in affidabilità.
      Se dunque potesse permettersi di spendere certe cifre e volesse acquistare uno Sram, compri pure l’elettronico Red eTap (semplicissimo da usare e magari con una guarnitura compact per fare un po’ meno fatica sulle pendenze più dure).
      Alla prossima e buona pedalata! 🙂

      Riccardo

  2. Ho cominciato a pedalare a novembre 2017…bici in alluminio, 52/39/28. Adesso capisco il perché di tanta fatica nelle salite. E il mio ragazzo (50/34) mi dice che nelle scalate non mi sforzo abbastanza. Stasera lo prendo a zampate! giuro!

    • Ciao Carmen 🙂 Se volessi fare un po’ meno fatica in salita, ti consiglierei di farti regalare dal tuo ragazzo una bella bici in carbonio (magari sotto i 7 kg di peso) e vedrai che sarà tutta un’altra cosa!! 😉
      A parte gli scherzi, un telaio in alluminio sommato ai rapporti da te usati non è proprio il massimo per affrontare al meglio le salite.
      Il 39 è infatti un rapporto tosto da spingere (soprattutto su certe pendenze), mentre il 28 ti fa macinare poca strada. Personalmente utilizzo il 50/34 con una cassetta da 11-28 e mi trovo benissimo su ogni terreno.
      Inoltre pedali soltanto da pochi mesi e, quindi, vedrai che con un po’ di allenamento in più migliorerai sicuramente.
      Se volessi approfondire la tematica dei telai in alluminio, ecco qui il nostro speciale: https://bicimtbebike.com/2017/12/27/alluminio-telai/.
      Grazie per averci scritto e buoni giri! 🙂

      Riccardo

  3. Ho una bici con 10 velocità a fine agosto ho una gara di 195 con 5.500 d+ davanti ho una compatta 52/36 dietro 11/28 consiglio vostro ???

    • Ciao Paolo, dipende dal tuo stato di forma e dalle tue abitudini. Per gare così dure, molti amatori utilizzano il 50/34 davanti in modo da spendere un po’ meno energie e arrivare quindi un po’ più freschi verso l’arrivo. Se tu però fossi in ottima forma e fossi in grado di spingere quel rapporto per tante ore, allora tienilo pure senza alcun problema.
      Anche per il pacco pignoni vale lo stesso discorso. L’11-28 è quello più utilizzato in assoluto. Qualcuno opta invece per una cassetta più lunga per faticare un po’ di meno in caso di pendenze molto dure.
      Passando invece al numero di velocità, ormai quasi tutti hanno gruppi a 11v o addirittura a 12v (https://bicimtbebike.com/2018/06/26/campagnolo-12-speed/). Con 11/12v avresti sicuramente una maggiore gamma di opzioni ma, alla fine, è più importante avere una buona gamba rispetto magari ad altri (comunque importanti) dettagli.
      Buona gara e grazie di averci scritto! 🙂

      Riccardo

Trackbacks

  1. Bici corsa Wilier 2018, listino prezzi e catalogo – AtomicBike – Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  2. Bdc Colnago 2018, catalogo e listino prezzi bici da corsa – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  3. Cinelli 2018, catalogo e prezzi bici da corsa e fixed – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  4. Passo Bracco in bici da Sestri Levante, con tabella dati salita – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  5. Cadenza pedalata bici, che cos’è e tabella allenamento – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  6. Guarnitura mtb singola, doppia o tripla: quale scegliere? – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  7. Gruppi Campagnolo meccanici ed elettronici bici corsa e triathlon – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  8. Campagnolo 12 Speed, prezzo del nuovo gruppo 12v (e peso) – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  9. Bici da corsa Giant 2019: listino prezzi e catalogo bdc – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  10. Bici Unieuro 2019: prezzi, sconti e caratteristiche – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  11. Bici senza catena: con CeramicSpeed Driven si può! – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  12. Bdc Bianchi 2019, catalogo listino prezzi bici corsa – AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  13. Bici da corsa Focus, gamma e listino prezzi 2019 - AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  14. Kuota Kougar 2019: montaggi, specifiche tecniche, prezzo
  15. Cervélo Bikes: listino e catalogo bici da strada 2019 - AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  16. Listino e catalogo bici Cinelli 2019 - AtomicBike: Itinerari, allenamento, tecnica bici, ebike, mtb
  17. Stelvio, Gavia, Mortirolo in bici. Offerte bike hotel Alù Bormio
  18. Cannondale CAAD13, prezzi e specifiche della nuova bdc in alluminio - Bicimtbebike.com: listini prezzi, test, bici elettriche, gare ciclismo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: